Il 15 marzo si tinge di lilla: Giornata Disturbi del Comportamento Alimentare

In questa giornata si promuove l’attenzione e l’informazione sul tema dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA)

0
235

Il 15 marzo “coloriamoci” di lilla in occasione della Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla. In questa giornata si promuove l’attenzione e l’informazione sul tema dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA): Anoressia, Bulimia, Obesità, e tante e nuove forme ancora. L’iniziativa parte da un padre, Stefano Tavilla, che ha perso la figlia Giulia a soli 17 anni di bulimia e ricorre il 15 marzo, proprio nel giorno della sua scomparsa.

La parola chiave di questa tematica estremamente importante è: “sensibilizzazione”. È importante non sottovalutare qualsiasi allarme che il nostro corpo comunica per manifestare un disagio più profondo. Bisogna sensibilizzare a una corretta informazione intorno ai DCA per far comprendere che questi disturbi possono essere curati, combattere i pregiudizi e non sottovalutare qualsiasi forma di disturbo, ed evitare di rivolgere parole fuori luogo verso i fisici altrui come “sei troppo magra”, “sei ingrassata” o “sei grassa”, “ti nutri di aria”, “stai scomparendo”. Dobbiamo educarci ed educare alla delicatezza delle parole.

A tutti coloro che attualmente soffrono di Disturbi del Comportamento Alimentare è importante lasciare un messaggio: non siete soli. Non bisogna avere paura o timore di chiedere aiuto perché nella vita tutto si può superare. A coloro che hanno sofferto di DCA diciamo grazie perché sono l’esempio della Fenice che rinasce più splendente e più forte di prima e con le loro storie aiutano a chi è ancora dentro il vortice a rialzarsi. In un periodo storico delicato come quello che stiamo vivendo è importante lanciare messaggi di speranza perché la pace interiore è quella che governa la pace nel mondo esterno. Solo affrontando il problema ci si può riappacificare con se stessi. 

Numero verde nazionale dedicato ai Disturbi del Comportamento Alimentare

Il primo numero verde nazionale dedicato ai Disturbi del Comportamento Alimentare, attivo da lunedì 7 novembre, 24 ore ogni giorno da lunedì a venerdì, è gestito direttamente dall’Usl n.2 di Perugia, e in particolare dagli operatori del Centro per i Disturbi del Comportamento Alimentare Palazzo Francisci di Todi e Centro per i Disturbi da Alimentazione Incontrollata (DAI) di Città della Pieve, ed è un servizio anonimo e gratuito.
Quattro operatori esperti (psicologi, nutrizionisti, dietisti e filosofi), tramite postazioni telefoniche informatiche predisposte a Palazzo Francisci, offriranno counseling, attività di ascolto e orientamento, informazioni sulla mappatura delle strutture sanitarie affidabili e certificate dislocate nelle diverse Regioni italiane.

È importante creare una rete di solidarietà verso chi è colpito da DCA, personalmente o in famiglia, per combatterne il disagio relazionale e il senso di abbandono e sconfiggere l’omertà che accompagna questi disturbi che non devono essere sottovalutati. È solo tenendoci per mano che possiamo combattere i disturbi del comportamento alimentare e tenerci per la vita.