fbpx
21.2 C
Comune di Taurianova
sabato, Settembre 24, 2022

La scuola “tiene banco”, ma si colora

Per le scuole dell'obbligo sono arrivati nuovi arredi scolastici e tra qualche settimana sarà nuovamente attiva la mensa

- Pubblicità -spot_img

Tra il finire degli anni ’80 e gli inizi degli anni ’90 c’era un famoso telefilm I ragazzi della 3 C  che raccontava la scuola di quei tempi con delle aule molto spoglie arredate solo con le cartine geografiche, anche se c’erano già i banchi monoposto (!). Da quelle riprese sono trascorsi un po’ di decenni ma gli arredi scolastici in Italia non sono cambiati molto, perchè sulla scuola come struttura è stato investito poco in tutti questi anni, tanto da dover poi correre ai ripari quando la pandemia ha dettato alcune regole e le scuole si sono trovate a ripensare in fretta i propri spazi, per permettere ai bambini e ai ragazzi di vivere la scuola in sicurezza.

Già infatti le Linee guida del MIUR per la riapertura della scuola a settembre 2020 sottolineano la riorganizzazione degli spazi nelle aule e la fornitura di arredi scuola coerenti per una migliore utilizzazione di tutti gli ambienti scolastici.

Ecco che dopo i periodi di presenza “a singhiozzo” dell’anno scorso, le istituzioni hanno accolto la sfida di riorganizzare una scuola che si prepara al futuro, nonostante le difficoltà ed i tanti piccoli cantieri che dovranno partire nei prossimi giorni per garantire quella manutenzione ordinaria necessaria.

In questo contesto, Taurianova, che resta una città d’arte, ha voluto dare un po’ di colore alle aule, vista la necessità – come riporta la determina – di dotare i plessi scolastici della scuola dell’obbligo di un minimo di arredo (armadi, cattedre e lavagne) necessario per l’attività didattica in presenza dopo un periodo di didattica a distanza dovuta alla pandemia; dunque una serie di interventi ed investimenti atti a facilitare il ripristino della normale didattica in presenza.

Le scuole sono luoghi di vita per chi le frequenta ogni giorno e per questo – ha affermato l’assessore all’istruzione Angela Crea – devono avere arredi decorosi… e magari anche colorati”.

Certamente non è l’armadietto colorato che cambierà la scuola, ma è comunque un primo passo verso un sempre più efficace adeguamento delle aule non solo in totale sicurezza, ma anche in armonia con la vita che non si è fermata agli anni ’90.

La scuola “tiene banco”, anche a Taurianova, ed tra tante difficoltà sono belle le immagini di questi nuovi arredi colorati, ma soprattutto la notizia della prossima apertura della mensa scolastica, chiusa prima della pandemia e mai più attivata.

Sono segnali di un’attesa normalità, che servono non solo alle famiglie, ma anche e soprattutto ai ragazzi e bambini, basti pensare che quelli di prima e seconda elementare ancora purtroppo non hanno visto per bene i volti delle loro maestre e dei loro compagni, perchè oltre al grembiulino ora a scuola si va con la mascherina obbligatoria ed è per loro che dobbiamo vaccinarci e sperare di uscire da questa emergenza sanitaria, per loro che quasi non ricordano più la vita prima del lockdown.

- Pubblicità -spot_img
Nadia Macrì
Nadia Macrì
direttore

Ultime Notizie

Associazioni

- Spazio Pubblicitario -spot_img

Notizie suggerite