26.6 C
Comune di Taurianova
martedì, Agosto 3, 2021

Biasi tra i vertici della Lega, ma non c’è aria di festa

Di Taurianova non solo il presidente ff, ma anche il vice segretario della Lega

- Pubblicità -spot_img

Nessuno lo avrebbe mai detto solo un anno fa, alla vigilia delle elezioni regionali che hanno visto poi trionfare il primo presidente donna della regione Calabria, la compianta Jole Santelli, eppure Taurianova – che ha debuttato ufficialmente nella Lega con Roy Biasi in quelle stesse elezioni – ora è un po’ il quartier generale del partito del Carroccio per tutta la Calabria.

Ad inizio anno un twitter di Matteo Salvini aveva annunciato un premio al “sindaco eletto con una lista della Lega”, ma giovedì a Roma dopo un incontro con lui, la squadra è stata ufficializzata e il sindaco leghista di Taurianova, Roy Biasi, è entrato nella segreteria politica nazionale come rappresentante degli amministratori del Sud e sarà il vice segretario regionale con delega agli enti locali.

Nuova aria dunque per la Lega in Calabria, e come si legge in una nota del partito “L’avvocato anti-‘ndrangheta Giacomo Francesco Saccomanno e’ il nuovo responsabile della Lega in Calabria“. “Saccomanno, classe 1955 – riferisce sempre la nota -, ha un lungo curriculum di impegno civile e professionale: avvocato in diversi processi contro la criminalità organizzata, difensore dei risparmiatori truffati dalle banche, in prima linea in battaglie ambientaliste e contro le barriere architettoniche”.

La scelta è quindi caduta su due avvocati ed entrambi della Piana, Saccomanno, nel partito di Salvini dal 2016, è infatti di Rosarno. La stessa Piana dove vive anche l’attuale presidente facente funzioni, il nostro concittadino Nino Spirlì, con il quale – riferisce ancora la nota – “Salvini nell’occasione si è confrontato per affrontare alcuni nodi quali vaccini, ristori, infrastrutture, lavoro”.

Oltre la nota stampa, sia Matteo Salvini che Nino Spirlì hanno comunicato la notizia e la loro soddisfazione attraverso i propri profili social.

“Buon lavoro – scrive su twitter Matteo Salvinia Saccomanno e Roy Biasi, che lavoreranno in squadra con Spirlì e con parlamentari, europarlamentari, consiglieri regionali e amministratori del territorio. Appena la situazione sanitaria lo permetterà, la Calabria sarà la prima regione dove tornerò“.

Mentre Nino Spirlì replica su Facebook: “Auguri, congratulazioni e buona sorte ai miei Amici Gianfranco Saccomanno e Roy Biasi.La fiducia del Partito, di Matteo Salvini, mia è in ottime mani. Al Vostro fianco per costruire, assieme ai Parlamentari, agli Europarlamentari, ai Consiglieri Regionali, Provinciali, ai Sindaci e agli Amministratori Locali, al Popolo della Lega in Calabria e a chi si riconosce nella nostra visione della Politica: schiena dritta, pancia a terra. Tutti al servizio dei Calabresi. Grazie di cuore a Cristian Invernizzi per il grande lavoro svolto”.

L’avvocato Saccomanno prende infatti il posto del deputato Cristian Invernizzi che, prima come commissario e poi dal febbraio del 2020 come segretario, ha guidato la Lega in Calabria, da non calabrese, anzi sostituendo il calabrese Furgiuele.

Era fine febbraio dell’anno scorso, si parlava già di coronavirus, in Cina avevano costruito in pochi giorni due ospedali, anche se noi non avevamo ancora tradotto il termine lockdown e proprio in quei giorni la Lega confermava la scelta di Invernizzi, non più commissario ma segretario della Lega Calabria per Salvini Premier, che sarebbe dovuto rimanere in carica per 3 anni.

Invernizzi, parlamentare bergamasco, che aveva sostituito il deputato Domenico Furgiuele, coordinatore della Lega in Calabria fino al momento del commissariamento. Tolto Furgiuele, per la Calabria arrivava dunque il rinforzo dal nord, nemmeno da Napoli, ma proprio dalla verde Padania nonostante la presenza di Tilde Minasi, eletta nella circoscrizione Sud nella lista ‘Lega Salvini Calabria’ con 2.288 preferenze, Filippo Mancuso, eletto nella circoscrizione Centro nella lista ‘Lega Salvini Calabria’ con 6.456 preferenze, Pietro Santo Molinaro, eletto nella circoscrizione Nord nella lista ‘Lega Salvini Calabria’ con 5.777 preferenze e Pietro Raso, eletto nella circoscrizione Centro nella lista ‘Lega Salvini Calabria’ con 4.708 preferenze. Roy Biasi ci aveva provato ma si era fermato a 2.016 preferenze in tutta la circoscrizione Sud.

Tutto sotto controllo dal nord, per un programma triennale quindi… però poco prima di abbonarci agli appuntamenti settimanali con Conte in prima serata in tv, era il 18 marzo quando la Calabria si è ritrovata un vice presidente della giunta della Lega. Per noi taurianovesi era Nino Spirlì, e bastava. Conosciuto da tutti e sicuramente neanche associato tanto alla Lega. Nino Spirlì a Taurianova è Nino Spirlì, non è uno della Lega. Il suo attuale partito viene molto dopo tutto il resto, anche quando da Catania ha detto frasi che hanno fatto tremare l’Italia, i taurianovesi lo hanno perdonato.

Festa per la vittoria del sindaco Biasi. Ottobre 2020

Trascorre qualche mese e Roy Biasi vince a Taurianova (mentre a Reggio la Lega esce sconfitta) e vince come primo sindaco leghista della regione, ma vince comunque con poco più di 4000 voti che non sono numeri da capogiro rispetto a quelli delle grandi città. Vince anche perché è Roy Biasi, e il partito nelle amministrative viene dopo, dicevano. Vince.

Vince e Salvini viene per la festa, però nonostante quelle bandiere che tutti ricordiamo, qui a Taurianova sappiamo che quei 4000 voti ricevuti da Biasi al ballottaggio delle amministrative (raddoppiando dunque le preferenze ottenute durante le regionali pur se con un numero inferiore di elettori) sono il risultato anche di altre forze politiche. Dei partiti di destra che dopo aver sostenuto il candidato a sindaco Daniele Prestileo al primo turno hanno poi convogliato i voti verso Biasi, ma anche della sua stessa coalizione fatta di tre liste, tra cui quella civica del vice sindaco.

Eppure la nota stampa in cui la Lega della Calabria annuncia il “premio” per Biasi scrive “il sindaco monocolore Lega di Taurianova“.

Sarà perchè Salvini si è dunque dimenticato di due liste (o per prudenza o “per dispetto”) che la notizia di questi incarichi di grande prestigio ottenuti dal Sindaco Biasi, non ha avuto rilanci social dai componenti della giunta e di tutta la squadra, nemmeno con un selfie?

Sicuramente non ci saremmo aspettati un post sul profilo istituzionale del Comune, ma nelle tante pagine correlate sì. Alla fine il nostro sindaco è il vice segretario della Lega regionale, e noi nuova stampa della città lo scriviamo, anche se considerati da molti collaboratori del sindaco come una testata di opposizione, eppure gli stessi che ci hanno criticato più volte, a differenza nostra, alla fine non hanno nemmeno riportato la notizia.

Certo ognuno è liberissimo di far festa o meno e di riportare o meno alcune notizie, soprattutto sui propri profili social, ma come spiega il Papa molto chiaramente nel suo ultimo Messaggio ai comunicatori: «La rete, con le sue innumerevoli espressioni social, può moltiplicare la capacità di racconto e di condivisione».

Municipio di Taurianova

Quindi visto che si voterà per le regionali l’11 aprile, non è che senza saperlo siamo già nuovamente in campagna elettorale anche a Taurianova, e perciò nella fase di quel silenzio che combatte con le trattative di mercato?

Perchè sul carro del vincitore si sale, anche quando il Carnevale salta.

Auguri Sindaco per questi nuovi incarichi, possa – soprattutto come rappresentante degli amministratori del Sud – portare “nei palazzi” la condizione difficile e la vita concreta della sua gente.

Nadia Macrì
direttore

Ultime Notizie

Associazioni

Notizie suggerite