15.5 C
Comune di Taurianova
lunedì, Ottobre 25, 2021

Tutti a scuola

A Taurianova sono circa 1500 i bambini e ragazzi che oggi sono rientrati a scuola

- Pubblicità -spot_img


In Italia si è concluso oggi con Puglia e Calabria il rientro a scuola scaglionato, post vacanze estive, e sono circa 1500 i bambini e ragazzi che sono rientrati a scuola anche a Taurianova, di questi 136 sono i nuovi alunni di prima elementare (11 a San Martino, 13 ad Amato e ben 112 divisi nelle due scuole del centro città).

Nel messaggio per l’inizio del nuovo anno scolastico dell’assessore all’istruzione Angela Crea un augurio non solo agli studenti e a tutto il personale, ma anche «a tutti gli uomini e donne al servizio dello Stato, impegnati per la nostra sicurezza, che vigilano costantemente sui nostri studenti e sulle nostre scuole e a tutti gli altri operatori che gravitano intorno al mondo della scuola: dal salumiere, al cartolaio, al benzinaio, all’edicolante, al commerciante in genere, perché la scuola non è solo di chi la frequenta o lavora, ma è dell’intera comunità».

Alunni e insegnati della scuola del plesso di Amato

«La scuola – scrive – ha bisogno della collaborazione delle famiglie; dagli stessi insegnamenti di papa Francesco riconosciamo che insieme si possono fare grandi cose e la sinergia che nasce tra la scuola e le famiglie porterà al successo».

Parole di speranza per alunni: «Sono loro a costituire la linfa vitale della scuola. Bambini e ragazzi che vanno seguiti nel percorso di crescita dentro la scuola, non solo nell’acquisizione dei saperi, dei contenuti, nel potenziamento delle proprie abilità, ma anche e soprattutto nella crescita educativa e umana come futuri uomini e donne della società civile. Questi anni vostri sono e devono essere gli anni più belli della fanciullezza. Nella scuola si cresce e si cresce insieme: si entra bambini e si esce adulti. Ai più grandi dico: Siate voi stessi autori del vostro futuro; studiate per non dipendere da nessuno. La conoscenza è libertà e questo vi renderà liberi in quanto teste pensanti». Un pensiero affettuoso l’assessore Crea lo dedica agli “alunni speciali”: «che questo nuovo anno possano viverlo insieme a tutto il gruppo classe, perché la vera scuola è fatta di gesti, parole, contatto umano, importantissimo per loro».

E una ex alunna specialissima, la campionessa Enza Petrilli, questo pomeriggio è stata tra i protagonisti della trasmissione ‘Tutti a scuola’, la tradizionale cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico (condotta da Andrea Delogu e Flavio Insinna) con il Presidente Mattarella e il ministro Bianchi trasmessa da Pizzo Calabro (la località è stata scelta appositamente come luogo simbolo della ripartenza scolastica) in diretta su Rai1, con in prima fila anche il presidente ff della Regione Calabria Nino Spirlì.  

Trasmissione Tutti a scuola su Rai 1 con Enza Petrilli accanto al presidente del CONI Giovanni Malagò 

La conduttrice l’ha presentata come l’argento del tiro con l’arco che gioca in casa e le ha chiesto che accoglienza avesse ricevuto al suo rientro, in una trasmissione che tanto spazio ha dato alla forza dello sport e all’importanza di saper fare squadra (il messaggio che si è voluto diffondere è stato infatti quello che dopo mesi di didattica a distanza, studenti e professori si ritrovano per la ripresa con la stessa determinazione che ha portato ai successi dello sport italiano: dalla vittoria agli Europei di calcio e pallavolo fino alla pioggia di medaglie olimpiche e paralimpiche) ed Enza ha dunque ricordato di essere rientrata in tarda notte ma che è stata una grande festa quella del suo paese che mai si sarebbe aspettata così «ed è stato anche tutto questo sostegno che mi ha portata a raggiungere questo importante traguardo».

«Gli sforzi sono e saranno comuni perché la scuola non è solo di chi la abita, di chi la vive, di chi la frequenta ma è di tutti – conclude nel suo messaggio l’Assessore Crea, che questa mattina con il sindaco Rocco Biasi ha visitato i due plessi scolastici della città – è un luogo al quale tutte le generazioni del passato, del presente e del futuro sono e saranno legate e tutti insieme lavoreremo per il buon andamento di questo nuovo anno scolastico».

La scuola riapre (e a Taurianova con oltre il 90% degli insegnanti e personale ATA già vaccinati) e il Paese riparte. Buon inizio a tutti!

Ultime Notizie

Associazioni

Notizie suggerite