fbpx
21.2 C
Comune di Taurianova
domenica, Settembre 25, 2022

Anche i bimbi di Taurianova insieme per la pace

- Pubblicità -spot_img

L’8 marzo è, solitamente, il giorno in cui il mondo si tinge di giallo mimosa per la giornata internazionale della donna. Quest’anno la scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Monteleone-Pascoli ha deciso di aggiungere un po’ di azzurro a questo giorno: sono stati, infatti, i colori della bandiera ucraina a colorare viale della Pace attraverso palloncini, cartelloni e segni della pace per un flashmob in sostegno del popolo ucraino in questi difficili giorni di guerra. 

Un’iniziativa voluta dalla professoressa Raffaella Barresi al fine di parlare ai bambini di un tema così importante, di cui sentono parlare continuamente nelle ultime settimane, ma che, nello stesso tempo, risulta complicato da spiegare e intorno al quale ruotano molti interrogativi dei più piccoli che la guerra non l’hanno ancora nemmeno studiata sui libri di scuola. Perciò, nei giorni precedenti all’evento, le docenti dell’istituto hanno parlato con i propri alunni delle notizie di cronaca sul conflitto tra Russia e Ucraina e diverse classi hanno guardato insieme a loro il cartone animato “Mila”, trasmesso negli ultimi giorni anche su Rai 1, che racconta la guerra attraverso gli occhi di una bambina. È quindi con consapevolezza che i bambini si sono approcciati al tema e hanno gridato il loro messaggio di solidarietà tra i popoli. 

Il flashmob è stato introdotto dalla preside dell’Istituto Comprensivo, la dottoressa Maria Concetta Muscolino, che ci ha rivelato come questo evento si sia reso necessario per i bambini che sono già provati da più di due anni di restrizioni a causa della pandemia, e che oggi si ritrovano ad affrontare nuovamente una situazione difficile, un nuovo pericolo e che vedono attraverso i media i loro coetanei fuggire dai bombardamenti. Un’occasione quindi per chiarire, per spiegare e rendere consapevoli i più piccoli, che, secondo la preside “sono in grado di capire tutto e osservano tantissimo il comportamento degli adulti”: quindi la scuola ha deciso di affrontare il tema senza traumi, di dare serenità e rispondere alle loro domande. La dirigente ha aggiunto, inoltre, che “i bambini sono stati immediatamente entusiasti di poter dire la loro, sempre stati molto responsabili riguardo alle regole anti-Covid 19 e non mancano di esserlo anche in questa occasione”. 

Ha preso parte al flashmob Antonino Cocolo con le toccanti note de Il silenzio suonato con la tromba, e l’assessore alla pubblica istruzione Angela Crea che, seppur assente, ha inviato il suo pensiero scritto alla scuola, sottolineando l’importanza dell’iniziativa e la speranza che “arrivi all’orecchio dei potenti, perché il futuro del quale devono decidere è il vostro e vi può essere un futuro solo nella pace”. Infine, l’ex alunna della scuola Laura De Stefano ha dato vita ad un momento commovente cantando Il mondo che vorrei.

Un’importante occasione colta dalle docenti per spiegare che la pace è fondamentale e per costruirla bisogna partire dal basso: si inizia con la pace con se stessi, con i membri della propria famiglia, con i compagni di scuola e poi, poco a poco, con tutto il mondo. 

E noi di Taurianova Talk ci uniamo a questo pensiero: c’è bisogno di pace ovunque, tra le famiglie, tra noi concittadini di Taurianova e tra popoli del mondo intero, evitando ostilità inutili, perché anche i bambini possano prendere esempio e creare un futuro migliore.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Associazioni

- Spazio Pubblicitario -spot_img

Notizie suggerite