26.6 C
Comune di Taurianova
martedì, Agosto 3, 2021

La civiltà non va in cerca di colpevoli

Oltre a motivare la movida siano i giovani al centro di tanti cambiamenti e progetti

- Pubblicità -spot_img

Fra non molto, si spera, torneremo alla normalità, riacquistando le abitudini che il 2020 ci ha tolto. Inevitabilmente oltre alla didattica per scuole e università in presenza, noi giovani assisteremo anche alla riapertura dei locali notturni, in particolare di bar, pub e birrerie.

Questa estate, quando dopo mesi di chiusura totale abbiamo riassaporato la libertà, in molti – sui social e perfino sulla stampa locale – hanno dipinto i giovani protagonisti della movida taurianovese (che aveva riacceso comunque la città) come responsabili di atti vandalici a danno della piazza principale, in particolare durante i weekend.

Giovani: civiltà e vandalismo

Spesso però veniva descritta una realtà leggermente amplificata, ad esempio parlando di vandalismo ci si riferiva alle condizioni in cui la strade e piazze, tra cui la centralissima Piazza Italia, venivano lasciate in seguito ad una delle tante serate estive, ovvero colma di rifiuti.

Via XXIV Maggio – Taurianova

È indubbio che sporcare è un atto di inciviltà da condannare, ma è altrettanto vero che lo smaltimento dei rifiuti e il ricambio dei bidoni della spazzatura sono due tra i principali servizi che ogni paese dovrebbe garantire a tutti i cittadini.  

Spesso sono i dipendenti e i proprietari dei locali a pulire la piazza o la via davanti la propria attività, ma certamente questa non è la soluzione.

L’estate del 2020 è stata caratterizzata dalla riapertura delle attività commerciali, la quale ha sicuramente incentivato la ripresa della vita sociale all’interno del paese, in particolare quella dei giovani. L’episodio precedentemente descritto non è altro che una conseguenza alla mancanza di organizzazione che francamente non si poteva pretendere, dato che la giunta comunale era decaduta già da qualche mese e l’ordinaria amministrazione veniva gestita dall’ennesimo commissariamento.

Da ottobre 2020 la situazione all’interno del comune di Taurianova è cambiata, con l’insediamento del sindaco Rocco Biasi, e tra le controversie strettamente politiche che ognuno di noi potrebbe legittimamente avere con qualsiasi amministrazione, troviamo anche argomenti d’interesse collettivo che riteniamo non debbano mai essere politicizzati.
Per questo motivo ci auguriamo che oltre a motivare la movida, tanto apprezzata in estate, siano i giovani al centro di tanti cambiamenti e progetti e che, alla riapertura dei locali notturni, la pulizia del paese venga garantita costantemente con un piano di organizzazione ben definito, che vada incontro ai commercianti e che preservi il decoro urbano che Taurianova merita.

La ricerca di soluzioni alternative a quelle preesistenti eviterebbe inoltre di andare in cerca di qualcuno da condannare. La civiltà, appunto, non va in cerca di colpevoli.

Ultime Notizie

Associazioni

Notizie suggerite