22.4 C
Comune di Taurianova
lunedì, Settembre 27, 2021

Emma Marrone scrive alla famiglia di Giulia Stranges

Giulia dopo l'incontro televisivo a C'è posta per te era sempre rimasta in contatto con Emma

- Pubblicità -spot_img

La morte della signora Giulia Stranges ha colpito l’intera città, per tanti motivi.

Il primo è perchè quando muore una mamma che ancora non è andata nemmeno in pensione, è sempre troppo triste. Le mamme non dovrebbero lasciarci mai, ma se diventa difficile accettare il distacco di una mamma anziana, è certamente straziante doverle salutare quando ancora c’erano tante cose da fare insieme. E per i quattro figli di Giulia seppur l’immagine dell’abbraccio della mamma con il loro papà Filippo sarà stata consolante, vivere senza il riferimento di entrambi i genitori non sarà affatto semplice.

La morte della signora Giulia ha colpito anche il mondo della scuola e dei tanti bambini per cui è stata una maestra dolcissima. Quel primo settembre doveva essere per gli insegnanti il giorno del rientro e invece è stato un giorno segnato dalla crudeltà della morte improvvisa di una collega amata da tutti, come ha ricordato anche al termine del funerale il dirigente scolastico dell’Istituto dove Giulia prestava servizio, ricordando tra le altre cose le caramelle che simpaticamente distribuiva per stare vicina senza troppe parole quando capiva che c’era bisogno di un attimo di pausa.

E’ stata una morte che ha colpito anche il PD della Calabria, perchè in quelle ore si definiva la candidatura della figlia maggiore Maria Teresa per le prossime elezioni regionali, e non a caso i vertici del partito, tra cui Nicola Irto, Mimmo Battaglia e Sebastiano Romeo in quei giorni si sono stretti attorno a lei e alla sua famiglia.

Ma la signora Giulia è venuta a mancare durante i giorni di novena alla Patrona della città di Taurianova, la Madonna della Montagna che lei omaggiava ogni anno, pregando anche durante la veglia notturna per chi aveva bisogno, seppur lei stessa non godesse di ottima salute. E quei giorni in molti l’abbiamo rivista seduta tra quei banchi con gli occhi rivolti verso Maria, come anche fra le sedie sotto al palco ad applaudire e divertirsi tra il pubblico delle manifestazioni festose.

La signora Giulia è mancata anche per le tante sue amiche di confidenza, di scambio di ricette e dolci (e quanti ne ha preparati e regalati), di chiacchierate e sigarette, di confronti sui programmi televisivi, lei che in televisione c’era stata davvero, invitata al programma C’è posta per te dalla figlia Stefania, con la sorpresa di Emma lì a cantare per lei.


Emma Marrone può piacere o non piacere a livello musicale, ma una cosa è certa, ha un cuore grande. E Taurianova lo sa, perchè ricorda quelle foto delle mani di Emma che accarezzavano Sissy Trovato Mazza, ricorda le parole di Emma per Sissy ai suoi concerti e ricorda anche quella trasmissione di Maria De Filippi che raccontando una storia di famiglia, amore e legami aveva fatto piangere e sorridere l’intera città.

Giulia dopo quell’incontro televisivo era sempre rimasta in contatto con Emma, lei l’aveva perfino invitata fin dentro ai camerini ad un suo concerto a Pescara e poi tanti i messaggi whatsApp e la gioia di Giulia per Emma che veniva fuori dal tunnel del cancro che nuovamente l’aveva colpita. Una storia di amicizia tra una mamma, premurosa e poliedrica, e una star, ma senza selfie e senza vanti.

Tanto che Emma ha scritto alla famiglia utilizzando proprio il numero di cellulare di Giulia, per esprimere il suo profondo dispiacere e far giungere a tutti il suo abbraccio.

Perchè a volte le star sono prima ancora veri uomini e vere donne e le donne e gli uomini che ci camminano accanto per un tratto di strada sono degli eroi, anche se spesso lo capiamo troppo tardi. A tumulazione avvenuta.

Nadia Macrì
direttore

Ultime Notizie

Associazioni

Notizie suggerite