15.5 C
Comune di Taurianova
lunedì, Ottobre 25, 2021

Circa (about) i contagi in aumento

- Pubblicità -spot_img

Un giornale non vuole mai (e non deve mai) sostituire le istituzioni, un giornale racconta, spiega, analizza, e qualche volte fa anche inchieste, provando a scoprire, a scavare, a cercare quelle risposte nascoste. Tutti i calabresi abbiamo ancora bene in mente il lavoro del collega Walter Molino che smascherando Cotticelli ha dato anche una lezione di giornalismo, quel giornalismo che sa fare pure qualche domanda scomoda perché sa già la risposta o vuole togliere fuori la risposta.

Ora noi di Taurianova Talk non siamo servizio pubblico, ma senza falsa modestia facciamo parte di quei “moltissimi giornalisti che fanno un gran lavoro tutti i giorni, purtroppo spesso ignorato dalle istituzioni e poco valutato dai cittadini. Ma non per questo ci si arrende e si continua sempre a raccontare!”. E’ un virgolettato perchè sono le parole che mi ha scritto proprio Walter Molino e me le rileggo tutte le volte che mi verrebbe voglia di mollare tutto, perchè nonostante i soli 4 mesi di vita del giornale, già abbiamo sperimentato quanto sia difficile lavorare a Taurianova.

Taurianova, una città di poco più di 15 mila abitanti, al prossimo giro non ci sarà quasi sicuramente nemmeno il ballottaggio, spessissimo fra i titoli delle note stampa dei Carabinieri di Reggio Calabria, con un sindaco della Lega, la stessa Lega e la stessa città del presidente facente funzioni della Calabria, sede di un importante centro vaccinazioni, di un centro dialisi eccellente e di tante altre belle realtà.

Taurianova che nella partita pandemica ha già perso 4 persone e anche qualcuna in più che nel frattempo si era negativizzata, ma è morta lo stesso per tante conseguenze post Covid. Taurianova, che fa anche 500 vaccini al giorno, ma se provi a registrare un over 70 nella piattaforma non ti segnala mai la sede. Taurianova che ha vaccinato tanti “altri” senza mai però essere chiara, tanto che la Gazzetta del Sud ha parlato di “volontari Astra Zeneca”, che sono arrivati dopo i volontari della Croce Rossa e dopo i volontari della Proloco, anche se il vaccino è un dovere e non un favore.
Taurianova che ha avuto tanta gente ospedalizzata, e almeno una anche ieri seppur il bollettino la segna solo oggi.

Già, il bollettino. Che sarà mai aver confuso un più con un meno o non aver fatto correttamente una sottrazione. Sono errori solo matematici, o sono le persone di Taurianova che nascondono la loro positività, perchè i dati arrivano dalla prefettura. Ci dicono! Sarà, ma i bambini che determinano la chiusura delle classi, passano dall’Usca e quindi dai dati ufficiali eppure degli ultimi tre della scuola dell’infanzia (Sez. Canoro) non c’è traccia nelle ordinanze comunali, e dunque neanche una data certa di quando finirà per loro la quarantena, perchè purtroppo in una classe tra i bambini che si sono sottoposti al tampone, c’è un nuovo positivo. Come ci sarebbe da oggi un bambino positivo anche nella scuola elementare e tanti nuovi casi in città, molti di più di quei 26 comunicati qualche giorno fa. Oggi poi ad esempio nel bollettino si sono dimenticati di segnare i guariti, ma li hanno sottratti lo stesso. Oggi per loro 62 di ieri + 4 di oggi fa 47.

Magari della questione sanità ne parleranno al prossimo consiglio comunale in cui la stampa è gradita a metà, solo uno per testata, eppure con la nuova Amministrazione Biasi ai consigli non siamo mai stati più di 4 e gli unici che avevamo portato un fotografo siamo stati noi.

In ogni caso è tutto sotto controllo, sono solo gli ospedali in affanno e a Taurianova l’ospedale nemmeno c’è.



Nadia Macrì
direttore

Ultime Notizie

Associazioni

Notizie suggerite