fbpx
17.4 C
Comune di Taurianova
mercoledì, Dicembre 7, 2022

A Taurianova vince Forza Italia ad un passo dal “Reddito” 5 Stelle. Bene Scionti, flop previsto della Lega

Caridi sui social: "Ancora una volta siete stati meravigliosi"

- Pubblicità -spot_img

Taurianova 11.839 elettori divisi in 20 sezioni. I votanti: 5.747, solo il 48,54%. Molto meno della media nazionale e meno anche della media regionale.

Tra i 5.747 votanti circa 300 non hanno dato preferenze. Per la Camera le schede nulle sono state 165 e 154 quelle bianche, mentre per il Senato le schede nulle 156 e le schede bianche 124.

photo © Taurianova Talk

Passiamo quindi ai risultati.

Anche a Taurianova la coalizione più votata per il Senato è stata quella del centro destra, portando alla candidata Tilde Minasi 2.598 preferenze, che si aggiungano a quelle di tutto il collegio uninominale Senato Sud che raggiungono oltre 169mila preferenze garantendo alla leghista reggina un posto al Senato, a cui aveva rinunciato nel 2021 per restare in Regione, con l’assessorato al Welfare che ora quindi aprirà nuovi scenari e ingressi.

Delusione per Salvini che era capolista al Senato, ma il Carroccio non raggiunge in tutta la Calabria neanche il 6% e il suo leader dovrà ripiegare su altre regioni, intanto in conferenza stampa dice: “se qualcuno ha altri progetti… questa non è una caserma. Tutti sono utili e nessuno è fondamentale”.

E chissà se anche a Taurianova per i leghisti ci sono nuovi progetti in vista.

Ovviamente anche Tilde Minasi deve ringraziare tutta la coalizione di centro destra per questo risultato, perchè se è vero che la leghista stacca di circa venti punti percentuali il candidato del Movimento Cinque Stelle, Giuseppe Auddino, fermo al 24%, con poco più di 90mila preferenze, la Lega in tutto il collegio si ferma a sole 23.592 preferenze, meno di un terzo rispetto al Movimento 5 stelle che resta il primo partito in Calabria e il secondo a Taurianova con soli 14 voti di scarto rispetto Forza Italia al Senato.

Qualche giorno fa avevamo chiesto ai primi pentastellati taurianovesi se avessero seguito la Nesci (ora con Impegno Civico di Di Maio che ha preso a livello nazionale meno dell’1%) o fedeli al movimento e ci avevano risposto che a Taurianova non esiste più il Movimento 5 stelle, quindi senza candidati, senza comizi, senza la campagna elettorale porta a porta, il Movimento 5 stelle nella nostra città arriva a oltre 1000 preferenze con la parola d’ordine “reddito di cittadinanza”, che da questi dati darebbe da mangiare “bene” a tanti taurianovesi.

photo © Taurianova Talk

Fabio Scionti con Azione – Italia Viva raggiunge a Taurianova 641 preferenze, e quasi il 12%, un dato che in una lettura del voto cittadino lo mette davanti al PD (534) ma soprattutto alla Lega (605) che perde tantissimo ovunque e anche a Taurianova, dove stavolta la formula “votate la persona” non poteva funzionare. Per Fabio Scionti quindi un ottimo risultato personale, considerando pure che nonostante l’ex sindaco della città sia il segretario regionale di Azione, a Taurianova la proposta del partito di Calenda è ancora ai primi passi eppure è riuscito a far superare nella sua città la percentuale a due cifre, obiettivo non raggiunto nel resto d’Italia, ma soprattutto risultato non per niente scontato al Sud dove primeggia ancora il Movimento 5 stelle.

photo © Taurianova Talk

Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni sfiora il 16% con 852 preferenze, al di sotto di Forza Italia a Taurianova, ma resta in tutta Calabria il primo partito nell’ambito della coalizione e fa arrivare a Roma, Ernesto Rapani eletto nel collegio uninominale Senato Nord.

Al di sotto delle 100 preferenze tutti gli altri partiti, ma solo 109 le preferenze per il commercialista sotto scorta di Rizziconi Antonino Bartuccio, che nel suo paese non è andato invece oltre i 300 voti.

Per la Camera i numeri e le percentuali cambiano di poco.

photo © Amici del Palco

2.821 le preferenze al centro destra che insieme alle altre del collegio fanno eleggere Giovanni Arruzzolo, l’amico di Caridi che a Taurianova sa di poter contare sul suo elettorato, sono infatti 1165 le preferenze per Forza Italia.

Giovanni Arruzzolo lascia quindi il posto di Consigliere regionale per lo scranno alla Camera, e al suo posto dovrebbe ritornare al consiglio regionale il dott. Giannetta.

Il secondo partito a Taurianova anche per la camera resta il Movimento 5 stelle con 1108 preferenze (20,85%), segue Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni che raggiunge 888 preferenze (16,71%) e Lega per Salvini Premier con 659 preferenze (12,4%).

photo © Risorse

Male per la candidata Dalila Nesci che con tutti i voti del PD (568) si ferma a 741 preferenze di cui solo 47 legate al suo nuovo partito con Di Maio che resta fuori dal Parlamento.

Sono 280 le preferenze per la Camera ad Azione – Italia Viva, trascinate sicuramente dalle candidatura di Fabio Scionti al Senato e 182 le preferenze da Taurianova per il sindaco Michele Conia (Unione Popolare) che nella sua Cinquefrondi supera da solo il 51% e riesce a raggiungere 25 preferenze anche Maria Concetta Valotta (Mastella).

Tra gli eletti calabresi anche Francesco Cannizzaro (coordinatore provinciale di Forza Italia), Wanda Ferri (Fratelli d’Italia) e Mario Occhiuto (Forza Italia, fratello del presidente).

- Pubblicità -spot_img
Nadia Macrì
Nadia Macrì
direttore

Ultime Notizie

Associazioni

- Spazio Pubblicitario -spot_img

Notizie suggerite