26.6 C
Comune di Taurianova
martedì, Agosto 3, 2021

Taurianova ricorda “per sempre” il maresciallo Domenico Taverna

A giorni la cerimonia di intitolazione della strada Mar. Domenico Taverna, vittima delle Brigate Rosse.

- Pubblicità -spot_img

«Siamo costretti ad aprire il giornale con le notizia di un nuovo episodio di criminalità terroristica. Questa mattina poco dopo le 7.30 in un popolare quartiere della periferia di Roma è stato ucciso il maresciallo di pubblica sicurezza Domenico Taverna».

Il 27 novembre del 1979 apriva con queste parole il telegiornale di Studio Aperto 2 e con le immagini di via Cherso nel quartiere di Pietralata a Roma.

Quella mattina di oltre 40 anni fa il maresciallo Domenico Taverna si stava recando a ritirare la propria auto in garage, quando due uomini armati di pistola giunsero alle sue spalle aprendo il fuoco. Setti colpi che lo colpiscono alla schiena, alle gambe e al torace e poi l’ultimo mortale esploso a distanza ravvicinata. Poi la fuga coperta da complici di almeno 8 persone tra cui due donne, come diranno i testimoni.

Domenico Taverna (Taurianova 1921 – Roma 1979)

L’omicidio venne rivendicato dalle Brigate Rosse nella stessa giornata con una telefonata al centralino di un quotidiano: «Siamo le Brigate Rosse “colonna 28 Marzo”. Questa mattina la giustizia proletaria ha ucciso il boia di Stato Domenico Taverna».
Aveva 58 anni, era nato a Taurianova il 26 marzo 1921, sposato e padre di una figlia di 22 anni e la pensione a due passi. E’ morto così il maresciallo Taverna, vittima in divisa della follia e del fuoco vile delle Brigate Rosse. Si era arruolato nella Polizia nel 1948, dopo aver combattuto come sottufficiale del Regio Esercito Italiano durante la Seconda Guerra Mondiale, e nel corso della sua carriera non si era mai occupato di indagini riguardanti la politica o il terrorismo.

Per l’omicidio di Domenico Taverna sono stati condannati al carcere a vita in 10.

Alla memoria del maresciallo vennero in passato dedicate una piazza e un cippo marmoreo a Vibo Valentia e ora anche una via nella sua Taurianova.

La strada in questione rientra nelle intitolazioni toponomastiche deliberate con deliberazione n° 180/2018 durante l’Amministrazione Scionti e l’attuale giunta ha approvato – con deliberazione n° 28/2021la cerimonia di intitolazione della strada Mar. Domenico Taverna, vittima di un attentato ad opera della “colonna brigatista 28 Marzo” e scopertura della targa odonomastica alla presenza delle autorità civili e dei vertici territoriali della Polizia di Stato.

Nadia Macrì
direttore

Ultime Notizie

Associazioni

Notizie suggerite