fbpx
12.9 C
Comune di Taurianova
mercoledì, Dicembre 7, 2022

Antonio Marziale confermato Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria

- Pubblicità -spot_img

Dopo un’attesa di diversi mesi, il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso, ha nominato, e dunque riconfermato, il sociologo taurianovese Antonio Marziale Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria.

Marziale, che ha annunciato personalmente da buon giornalista il rinnovato incarico ha commentato: “Ringrazio il presidente Filippo Mancuso, così come tutto il consiglio regionale, il presidente della Giunta Roberto Occhiuto e tutti gli assessori. Il mio secondo mandato sarà come il primo: lavoro per dare risposte concrete e chi ha seguito il mio fare lo sa”.

Dopo la nomina tanti gli attestati di stima e di auguri da parte di numerosi esponenti delle forze politiche ed istituzionali, oltre che dal partito dello stesso Marziale, attraverso il commissario metropolitano di Fratelli d’Italia Denis Nesci, ha rivolto auguri di buon lavoro anche l’Istituto Nazionale Azzurro e il Comitato Unicef Calabria che ha definito il garante “uno specialista nella tutela dei diritti dei minori”.  

L’esperienza di Antonio Marziale assicura infatti in termini di competenza e di capacità operativa per tutelare quel coordinamento tra le enti istituzionali e associazioni che rientra tra i compiti dell’Autorità garante, ma è lo stesso Marziale che sul suo profilo Facebook spiega chi è un Garante con un’affermazione molto forte e incisiva: È un servo dei bambini e degli adolescenti! Sebbene – scrive Marziale sul suo profilo social – sia una Istituzione, una Autorità autonoma e indipendente, non ha potere decisionale e non esercita potere! È una cerniera tra i bisogni dei più piccoli e le istituzioni che possono risolvere i problemi, colmare le lacune”.

Dunque – continua il sociologo, fondatore e presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori – Rappresenta il fallimento della società adulta che non rispetta nè i minori men che meno i loro diritti! Una società che ha bisogno di un ‘Garante’ per rispettare i più piccoli è una società messa molto male”.

“Punterò moltissimo sulla costruzione di una consapevolezza culturale, su una percezione che tutti dobbiamo essere tutori e garanti dell’infanzia”.
E già il prossimo 20 novembre, Giornata mondiale per i diritti di infanzia e adolescenza, sarà un’occasione per rilanciare tutti insieme l’impegno nella tutela di bambini e ragazzi. Buon lavoro!

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Associazioni

- Spazio Pubblicitario -spot_img

Notizie suggerite