fbpx
21.2 C
Comune di Taurianova
domenica, Settembre 25, 2022

#CarbonaraDay: il 6 aprile si celebra la pasta più amata dagli italiani 

Oggi sul web più grande “spaghettata social”

- Pubblicità -spot_img

Oggi è #CarbonaraDay e quindi affronteremo un argomento leggero, ma soprattutto sfizioso per le nostre papille gustative.
La nostra cucina italiana può vantare molti piatti tradizionali che sono amati e replicati in tutto il mondo. Ovviamente dopo la pizza, la lasagna e mettiamoci anche le tagliatelle, all’interno della classifica dei piatti più amati dagli italiani (e non solo) c’è un bel piatto di carbonara. Da un paio di anni è uno dei piatti italiani a cui è stata dedicata una giornata. Infatti, il 6 Aprile si celebra la giornata della Carbonara o #CarbonaraDay.

Il #CarbonaraDay è stato istituito dall’International Pasta Organisation e dall’Unione Italiana Food con lo scopo di diffondere il gusto tricolore e la nostra cultura culinaria. In questa giornata non si può non condividere, almeno in maniera virtuale, la carbonara che serviamo in tavola.

Per i più social il tutto deve essere accompagnato da un pizzico di hashtag che non può che citare #CarbonaraDay.

Ma dove proviene il nome Carbonara? Si racconta fosse il piatto dei boscaioli del centro Italia che si avventuravano sulle montagne dell’Appennino a fare carbone da legna. Da questo deriverebbe il nome del piatto.

La nostra carbonara fa la sua comparsa per la prima volta intorno agli anni ’50, ma la versione della ricetta non è mai stata la stessa; infatti, quella che conosciamo oggi è il risultato di numerose “modifiche”, con solo 5 ingredienti: pasta, pecorino romano che regala sapidità, guanciale che dà croccantezza e sapore, uovo che dona cremosità, e pepe nero come nota speziata.

Sulle origini della Carbonara però ci sono diverse storie, ed una particolarmente curiosa risale al 1944. Si racconta che la carbonara sia nata infatti dall’incontro tra la pasta e gli ingredienti contenuti nella razione k, il kit di sopravvivenza del quale erano dotati tutti i soldati in missione verso la Seconda Guerra Mondiale. Al di là delle dicerie sulla nascita della carbonara, la versione più attendibile è senza dubbio quella romana. Si dice che la carbonara sia nata negli anni ’40 del ‘900 grazie all’unione dei soldati americani e di un cuoco di una trattoria di vicolo della Scrofa a Roma. Ed è per questo motivo che la carbonara fa parte del patrimonio culinario romano. Sulla carbonara ci sono diverse varianti, infatti c’è chi utilizza addirittura la panna, chi aggiunge la cipolla, chi utilizza la pancetta al posto del guanciale o il parmigiano al posto del pecorino romano.

Senza dubbio i tradizionalisti non possono che preferire la classica carbonara, e sicuramente molti di noi fanno parte di questa cerchia, compresa la sottoscritta. Ma ovviamente i gusti sono gusti! E voi quale versione della carbonara preferite? Non mi resta che augurarvi un buon #CarbonaraDay e chiedervi di condividere con una foto le vostre meravigliose carbonare taurianovesi.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Associazioni

- Spazio Pubblicitario -spot_img

Notizie suggerite