fbpx
25.9 C
Comune di Taurianova
domenica, Luglio 3, 2022

Nel giorno della memoria, le radici sul ferro spinato e le ali verso il futuro

Ass. Crea si fa portavoce dello straordinario augurio di Liliane Segre: "Siate sempre come la farfalla gialla che vola sopra i fili spinati".

- Pubblicità -spot_img

La Giornata della Memoria si celebra ogni anno per non dimenticare cosa sia stata la Shoah e i milioni di vittime che produsse. La data si riferisce al 27 gennaio del 1945, giorno in cui l’Armata Rossa liberò il campo di concentramento nazista di Auschwitz. 

Non vi è alcun dubbio che la Scuola abbia recepito il senso educativo che ha ispirato l’istituzione del Giorno della Memoria, ma è altrettanto vero che gran parte del gravoso impegno degli insegnati viene indebolito, se non risucchiato, dall’impatto con il diffuso contesto culturale depresso, ma assai ricco di modelli degradanti, che si identifica negli atteggiamenti passivi, certo più comodi ma assai meno civili. Emerge un divario tra il discorso pubblico sull’antisemitismo in termini di educazione, formazione, organizzazione di eventi, iniziative e il persistere di pregiudizi e antisemitismo. E, come ci ha ammonito Primo Levi, ‘potrebbe accadere ancora. Se non saremo sempre vigili, attenti, informati, solidali, attivi”. Così scrive l’Assessore alla Pubblica Istruzione Angela Crea agli studenti per il Giorno della memoria.

Giornata della Memoria, una farfalla gialla sulla porta di ogni classe

Il mio augurio è ancora una volta che nel buon prosieguo dei vostri studi, della vostra crescita umana, educativa, sociale, unito anche a questo lungo tempo di pandemia, il Ricordo, la conoscenza dei fatti, ci possa servire a maturare sempre più quei concetti di solidarietà, di unione, di fratellanza, e ci renda più vicini al prossimo, per un solo grande genere umano afferma l’Assessore Crea che conclude con con una bellissima immagine e un invito – Infine, rievocando il discorso di Liliana Segre al Parlamento europeo, nel suo ricordo di una bambina di Terezin che prima di concludere la sua breve vita (perché uccisa) disegnò una farfalla gialla che volava sopra i fili spinati e augurava ai suoi nipoti ideali di volare come farfalla gialla sopra ai fili spinati, anch’io scrivo a voi: Siate sempre come la farfalla gialla che vola sopra i fili spinati e vi invito a mettere una farfalla gialla sulla porta di ogni classe, o del banco, o del corridoio della scuola come simbolo di una scuola che educa al giusto e al bene, come simbolo della libertà”.

Il disegno che Mauro Biani ha dedicato a Liliana Segre il 29 gennaio 2020 (particolare)

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Associazioni

- Spazio Pubblicitario -spot_img

Notizie suggerite