fbpx
26.4 C
Comune di Taurianova
domenica, Luglio 3, 2022

Tempo di consigli, tamponi, bilanci e torroni!

- Pubblicità -spot_img


In questo primo anno che frequentiamo come stampa locale i consigli comunicali ne abbiamo sentite e viste tante dentro l’aula consiliare. Ci sono frasi che si sono ripetute da consiglio in consiglio, come anche atteggiamenti. Spesso c’è stata poca gentilezza nonostante la presenza dell’assessore. Spesso si è andato poi sul personale, con scivoloni che fanno perdere la voglia di interessarsi alla buona politica, e spesso è il garbo del presidente del consiglio Siclari a fare la differenza. Sicuramente non sarà stato un anno facile, l’emergenza Covid ha avuto il suo grande peso su ogni decisione, ma in consiglio si è parlato nel corso dell’anno molto di più di “cani” (sì, nel vero senso della parola, proprio degli amici a quattro zampe) che di “giovani”, di “lavoro”, di “futuro”, di “piano regolatore”. Parole chiavi, con o senza p iniziali, che avevamo sentito spesso in campagna elettorale.



Capiamo la necessità di contrastare il randagismo, capiamo anche la bellezza di un’amministrazione attenta anche agli animali, non stiamo dicendo che non bisognava portare in consiglio quelle questioni, sia chiaro, ma è strano che la notizia di un cane che morde arrivi in consiglio, mentre il ritrovamento di una bomba no. E’ strano anche che per sentire belle parole su un politico bisogna essere morti, mentre tra vivi ci si manda tranquillamente anche a quel paese pure in quel luogo solenne. E’ strano che la rete, i social, il sito istituzionale vengano utilizzati per alcune informazioni e notizie, e poi invece per altre quello stesso sito diventi non opportuno. Ad esempio, per citare in ordine cronologico un ultimo il silenzio, è stato strano quello per la recente scomparsa del comandante D’Amico. Al funerale c’era ovviamente il nostro comandate Bernava e c’era il gonfalone del nostro Comune, ma è strano che se per un cittadino di Taurianova un Comune limitrofo decreti il lutto cittadino, Taurianova non dica nemmeno una parola per il suo concittadino, come è stato strano durante la celebrazione del funerale vedere che accanto al sindaco di Cittanova, accanto alle personalità arrivate da Scilla e Messina, mancasse un tricolore taurianovese, mancasse la parte amministrativa di una città che se non altro avrebbe dovuto essere accogliente verso gli ospiti.
Ovviamente sono scelte che rispettiamo, ma permetteteci di dire che non le condividiamo.

Roy Biasi, sindaco del Comune di Taurianova – Consiglio Comunale del 28 dicembre 2021

Non considerando i primi 100 giorni della nuova Amministrazione Biasi, che sono stati giorni di festeggiamenti e nuovi equilibri, il 2021 ha segnato il vero primo anno in cui Taurianova è stata guidata dalla Lega e in tempi di bilanci è stato il consigliere Lazzaro che ha fatto una sintesi lucida e precisa questa mattina in consiglio.

“Mi preme oggi fare un piccolo intervento sotto forma di riassunto annuale – ha affermato Filippo Lazzaro prendendo la parola durante i preliminarivisto che questo è l’ultimo consiglio comunale del 2021 e siete ormai insediati da un anno e passa e sinceramente mi sembra che quella marcia in più che noi speravamo che voi metteste fin dall’inizio non si sia vista ancora; queste parole non sono un attacco, ma solo un’esortazione a rimboccarvi di più le maniche e a pedalare, perché le potenzialità ci dovrebbero essere visto il governo di centrodestra, ma ad oggi le vostre potenzialità non si sono ancora viste”.

Filippo Lazzaro – consigliere comunale Fratelli d’Italia


E riallacciandosi all’intervento che lo ha preceduto del consigliere Daniele Prestileo che sottolineava per l’ennesima volta anche una scarsa trasparenza degli uffici comunali, il consigliere Lazzaro ha ribadito: “non è possibile che due consiglieri comunali che da inizio legislatura si rivolgono agli uffici per avere copia o visione di atti che riguardano interessi della comunità e per tutta risposta ottengono solo silenzio nonostante i nostri solleciti fatti alla parte politica in questo consiglio comunale”, per poi concludere il suo intervento con un appello: “l’ultima cosa che vi chiediamo è di porre freno a tutte le risposte che vengono date alle interpellanze dove nella maggior parte dei casi sono piene di frasi o senza senso o comunque che corrispondono alla non verità perché è brutto parlare di falsità, e su questo invito anche il vicesindaco perché puntualmente noi la interpelliamo sull’acqua e lei se ne viene con delle risposte che rispondono proprio a falsità, una volta ha detto che l’acqua fosse potabile quando sappiamo tutti che lei non avesse le analisi, la seconda nostra interpellanza sull’acqua lei ha risposto con una pagliacciata in consiglio comunale, portando le analisi che ovviamente noi abbiamo chiesto all’ufficio tecnico, con tanto di solleciti, ma ancora non abbiamo avuto nessuna risposta”. 

Se non hanno risposte i consiglieri comunali, possiamo averle noi?

Oggi però abbiamo sentito anche degli interventi sia del consigliere Stranges che del consigliere Ferraro, quindi colori politici diversi, che non chiedevano la luna, ma quelle parole necessarie per rassicurare la comunità, eppure è da un anno che (sarà perchè la postazione stampa è dietro la minoranza) percepiamo che ogni cosa detta dalla minoranza venga considerata come un attacco, tanto che spesso i consiglieri stessi devono sottolinearlo con quel “non si tratta di un attacco”.


Forse è mancato in questo anno la progettualità, sono state fatte tante cose sicuramente, ma molte a breve termine, e sui progetti a lungo termine c’è tanto ritardo. L’esempio che calza a pennello è il verde pubblico, per il quale si è speso tanto, tantissimo, ma il verde pubblico va progettato a lungo termine, magari piantando una pianta che a dicembre è un ramo secco, ma fiorirà a primavera e durerà anche dopo. E purtroppo anche la Biblioteca annunciata non è stata ancora inaugurata, come anche gli spazi sportivi all’aperto che dovevano essere pronti per maggio. Ritardi che da cittadini ci fanno rattristare, e se lo diciamo non è perchè “godiamo”, ma perchè Taurianova è anche il nostro paese, non è solo di chi segue e mette il like al sindaco o agli assessori, come non è solo della parte che ha appoggiato in passato Scionti o Prestileo o altri schieramenti. La città è di tutti, perfino di chi a votare non va per mille motivi, e non segue la politica e i consigli in streaming, ma la città la vive.

Fabio Scionti, sindaco uscente del Comune di Taurianova – Consiglio Comunale del 28 dicembre 2021


Dobbiamo anche dire che spesso durante i consigli vengono citati altri sindaci, e sempre facendo riferimento al loro colore politico. Un sindaco di destra ha un peso, uno di sinistra ha un altro peso, ed oggi è stato citato ad esempio il sindaco di Polistena, dove secondo il sindaco Biasi c’è tanta movida, e ci sono tanti eventi, eppure è notizia di ieri che a Polistena siano state annullate tutte le manifestazioni.

Ordinanaza del Sindaco di Polistena – nr. 652 del 27 dicembre 2021

Come anche a Cinquefrondi, dove sulla pagina istituzionale si legge: “Siamo spiacenti di comunicare che, a seguito del nuovo Dpcm e del continuo aumento dei casi, siamo costretti ad ANNULLARE tutti gli eventi in programma.È una decisione sofferta ma che si rende necessaria al fine di tutelare, come abbiamo sempre fatto, l’intera comunità. Ringraziamo tutte le Associazioni, le Agenzie e tutti coloro che, nonostante il momento, avevano scommesso insieme a noi provando a dare un po’ di serenità in questo periodo”.

Annullato il cartellone di eventi del Comune di Cinquefrondi.

Ora non vogliamo dire che bisognava chiudere tutto e far pesare soprattutto la scelta sui commercianti, bar e ristoranti, però non è nemmeno bello dover aver paura di dire che il bollettino di stasera registra 329 contagi, pari ad oltre il 2% della popolazione, ed è un numero che deve far riflettere, soprattutto se consideriamo che nonostante il virus sia cambiato c’è gente ancora in ospedale, oltre alla vittima che ha registrato qualche giorno fa la nostra città con la morte di L.Z., seppur non sia comparso ancora nel bollettino, ma morto in ospedale con tampone positivo all’ingresso.

Se lo diciamo non stiamo facendo terrorismo mediatico o allarmismo, parole che sono uscite oggi in consiglio, noi stiamo semplicemente facendo il nostro dovere, stiamo informando. In Calabria, nelle ultime 24 ore, sono 1.091 le persone risultate positive al Covid, oggi è un nuovo triste record di contagi e Taurianova purtroppo è dentro questa situazione.

Forse non ci resta che ‘ncartari turruni, e in questi giorni noi lo abbiamo fatto davvero andando a trovare 3 artigiani del torrone taurianovese che rappresentano 3 famiglie e quindi 3 imprese tra le più importanti della nostra città per quanto riguarda la produzione di torrone.

Lo abbiamo fatto perchè amiamo Taurianova e amiamo tutte le eccellenze di Taurianova e ci è dispiaciuto che sia saltato il Festival del torrone, perchè crediamo che bisogna puntare molto su quei progetti che coinvolgono davvero la città e quindi speriamo che ci sia presto un nuovo tavolo di confronto, dove ci sia magari tutta la giunta presente (oggi in consiglio per errore è stato detto che al tavolo ci fosse stato presente anche l’assessore Crea, ma in realtà non c’era), perchè il torrone per Taurianova è un prodotto commerciale, ma è anche e soprattutto cultura, è storia che deve entrare nelle scuole, è arte, ma anche innovazione. C’è a chi piace quello duro e croccante, c’è chi preferisce quello morbido o addirittura quello gelato, ma è la nostra storia, la nostra tradizione!

Buona visione!






- Pubblicità -spot_img
Nadia Macrì
Nadia Macrì
direttore

Ultime Notizie

Associazioni

- Spazio Pubblicitario -spot_img

Notizie suggerite