22.4 C
Comune di Taurianova
lunedì, Settembre 27, 2021

Rosa Sicari, la prima atleta taurianovese alle Paralimpiadi

La forza delle donne di Taurianova che regalano sogni nello sport paralimpico

- Pubblicità -spot_img

Mentre questa notte tiferemo tutti per Enza Petrilli che disputerà gli ottavi alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, grazie all’ottimo quarto posto raggiunto qualche giorno fa alle qualificazioni nella specialità del tiro con l’arco, la storia sportiva di Taurianova ci permette di ricordare Rosa Sicari, un’altra grande atleta che esordì alle Paralimpiadi nel lontano 1972.

Rosa Sicari nata nel 1948 fu costretta alla sedia a rotelle in seguito ad un incidente domestico, ma nonostante vide cambiare totalmente la sua vita in pochi mesi, trovò quella forza spesso nascosta sotto la brace dell’animo umano, e in una Calabria degli anni ’70 trovò la sua rivincita nella vita, coronata da tante medaglie conquistate in ben tre consecutive Paralimpiadi.

1972 – Paralimpiadi di Heidelberg

Nel 1972 partecipò alle Paralimpiadi di Heidelberg portando a casa una delle otto medaglie d’oro conquistate quell’anno dagli atleti italiani. Il suo oro fu nel tennistavolo femminile.

1976 – Paralimpiadi di Toronto

Poi nel 1976 volò alle Paralimpiadi di Toronto dove fu l’unica atleta italiana pluripremiata con ben tre medaglie di bronzo. Oltre ad un bronzo sempre nel tennistavolo femminile, Rosa Sicari debuttò quell’anno sia nella scherma che nell’atletica leggera conquistando un bronzo nel fioretto a squadre femminile ed un altro nello slalom.

1980 – Paralimpiadi di Arnhem

Nel 1980 la sua ultima Paralimpiadi disputata ad Arnhem. Un giornale dell’epoca scriveva in prima pagina POKER di Rosa Sicari.

Rosa Sicari, la prima atleta taurianovese alle Paralimpiadi

Furono infatti ben 4 le sue medaglie alle Paralimpiadi di Arnhem 1980 che portarono ad 8 il suo personale medagliere paralimpico. Quell’anno tornò l’oro che conquistò nel fioretto individuale classe 1B, ma ottenne anche due bronzi individuali (uno nello slalom e l’altro nel tennis tavolo) e uno di squadra, condiviso con Gabriella Boraggio e Irene Monaco nel fioretto a squadre femminile.

Rosa Sicari purtroppo morì nel 2007 a soli 58 anni, ma la sua fu una vita davvero piena. Di sport nelle diverse discipline, di amicizie, di arte (Rosa è stata anche una pittrice di talento e tante sono le sue partecipazioni anche ai concorsi di pittura estemporanea). Anche di sofferenza e di lacrime, ma ancor di più di voglia di farcela, di tanti viaggi verso Roma dove si allenava, di rivincita, di femminilità e di libertà.

Rosa Sicari, la prima atleta taurianovese alle Paralimpiadi

E certamente da lassù adesso farà il tifo per Enza e per tutte le persone che cadendo anche mille volte riescono ad alzarsi.

Grazie ai nipoti di Rosa Sicari che ci hanno fatto avere le foto di famiglia.
Nadia Macrì
direttore

Ultime Notizie

Associazioni

Notizie suggerite